RISCALDAMENTO A PAVIMENTO

Pro e contro

riscaldamento a pavimento

Il riscaldamento a pavimento, chiamato anche riscaldamento a pannelli radianti, è un impianto di riscaldamento e/o raffreddamento centralizzato che produce energia mediante conduzione, irraggiamento o convezione.

È una soluzione sempre più diffusa nelle nuove costruzioni e sta diventando negli ultimi anni un intervento di ristrutturazione molto richiesto. I motivi? È sostenibile, confortevole e soddisfa le attuali esigenze di design abitativo.

Tuttavia, quando si tratta di installare un impianto di riscaldamento a pavimento nella propria abitazione, in molti si chiedono se ne valga veramente la pena. Vediamo insieme i pro e i contro di questo sistema.


PRO


  • Risparmio energetico
    Rispetto ai tradizionali radiatori, il riscaldamento a pavimento richiede temperature più basse per funzionare e distribuisce il calore in maniera uniforme in tutta la stanza, ottimizzando così efficienza energetica e costi di gestione

  • Comfort abitativo
    Il riscaldamento a pavimento irradia l’energia dal basso verso l’alto, mantenendo inalterate le temperature all’interno della stanza e donando una piacevole sensazione di calore a tutto l’ambiente

  • Maggiore spazio
    I radiatori tradizionali, anche quelli più moderni, spesso sono ingombranti. L’installazione di un impianto a pavimento offre maggiore libertà di movimento e spazio da sfruttare all’interno della stanza

  • Qualità dell’aria
    Il riscaldamento a pavimento oltre a generare una fonte di calore più omogenea, consente un flusso di corrente continuo e un'aria più pulita in tutta la casa.


CONTRO


  • Costi di installazione
    Benché in parte ammortizzabili tramite le detrazioni fiscali per ristrutturazione e riqualificazione energetica, i costi d'installazione di un impianto a pavimento, rispetto i sistemi di riscaldamento convenzionali, sono di norma più alti (+ 30-50% circa)

  • Tipo di pavimento
    La scelta del tipo di pavimento è uno dei principali svantaggi del sistema a pannelli radianti. Seppur in costante miglioramento, il riscaldamento a pavimento ha la sua efficacia ottimale con coperture di tipo solido, come marmo e piastrelle, e meno con pavimenti in laminato o legno

  • Altezza del pavimento
    L’installazione dei pannelli radianti richiede un'altezza minima che va dai 3 ai 5,5 cm. In edifici già esistenti, l’innalzamento del pavimento potrebbe richiedere ulteriori modifiche in fase di ristrutturazione


Hai bisogno di un preventivo per la ristrutturazione del tuo immobile?
Contattaci subito

Categoria

Riqualificazione energetica

Tags

svantaggi riscaldamento a pavimento,riscaldamento a pavimento pro e contro